geometri


Ti trovi qui: Home > Le attività > I corsi scolastici > Il corso geometri

Il corso geometri

L’autorizzazione da parte del Ministero di Grazia e Giustizia e della Magistratura di sorveglianza di Pisa ad attivare corsi volontari commerciale e geometri fu concessa nel dicembre 1993. Quindi, a partire dal gennaio 1994, gli insegnanti dell’ITCG “Niccolini” iniziarono un lavoro, che portò nel giugno dello stesso anno sette detenuti (cinque per il corso geometri, due per il corso commerciale) a sostenere esami di idoneità per la promozione alla classe seconda geometri e alla terza commerciale.
Visto il buon risultato degli esami, fu deciso di continuare l’attività di volontariato anche per l’anno successivo. La scuola superiore nella Casa di reclusione di Volterra ha avuto, quindi, un significativo inizio durante l’anno scolastico 1993/94.
Infatti, a seguito delle richieste dei detenuti di attivare corsi commerciale e geometri, un gruppo di otto insegnanti chiese alla Direzione del carcere di poter svolgere un’azione di volontariato al fine di preparare studenti privatisti a sostenere gli esami di idoneità. Ottenuto il parere favorevole del Direttore, dottor Renzo Graziani ed attivato l’opportuno e complesso iter burocratico si è così assistito all’avvio, sia pure in regime di volontariato, dell’esperienza scolastica in carcere. Contestualmente, però, sotto la spinta sia della Presidenza del “Niccolini” sia della Direzione del carcere, fu presentata al Ministero di Grazia e Giustizia e al Ministero della Pubblica Istruzione richiesta di rendere istituzionale un corso per geometri all’interno della Casa di Reclusione di Volterra.
Tale richiesta ebbe l’appoggio degli enti locali (Amministrazione Provinciale e Comunale), del Distretto Scolastico e del Consiglio Scolastico Provinciale. Visto il buon numero di preiscrizioni alla classe prima (oltre venti), anche il Provveditorato agli studi di Pisa dette il suo parere favorevole; nel settore penitenziario pervenne parere ampiamente favorevole dal Provveditorato di Firenze e successivamente dal Ministero di Grazia e Giustizia. Infine nella primavera del 1995 pervenne il decreto di istituzionalizzazione di un corso per geometri all’interno della Casa di Reclusione di Volterra da parte del Ministero della Pubblica Istruzione.
Nel settembre del 1995 ebbe inizio la scuola per geometri con una classe prima nella sezione comuni e con insegnanti tutti di ruolo con completamento di cattedra o con ore aggiuntive; sotto le sollecitazioni della Direzione fu richiesta l’attivazione di una classe prima anche nella sezione alta sicurezza. Anche tale classe fu avviata nel corso del medesimo anno scolastico 1995/96.
Parallelamente continuarono anche i corsi volontari, che hanno portato durante l’anno scolastico 1997/98 quattro studenti detenuti a conseguire il diploma per geometri in qualità di privatisti.
Il primo anno risultarono iscritti alla classe prima, sezione comuni, 22 studenti, alla classe prima, sezione alta sicurezza, nove studenti; di questi ottennero la promozione alla classe seconda 19 studenti della sezione comuni e sette studenti per la sezione alta sicurezza.
Il corso per geometri otteneva sempre più stabilità ed accresceva il numero di studenti, raggiungendo l’articolazione completa delle cinque classi nelle due sezioni durante l’anno scolastico 1999/2000. Durante tale anno scolastico, per la prima volta, nove detenuti sostenevano gli esami di stato, diplomandosi con ottime valutazioni.
Oggi il numero degli studenti è superiore a 100, tanto che la sezione distaccata ha ottenuto l’organico di diritto, quindi una maggiore stabilità e continuità dei docenti titolari di cattedra all’interno della Casa di Reclusione.